• Staff

Accesso ai luoghi e documentazione ex art. 391 sex

Aggiornato il: 6 giorni fa

Quando serve l'investigatore: indagini difensive


I luoghi in cui si sono svolti dei fatti da cui è nato un procedimento penale rivestono sempre un enorme valore investigativo e, di conseguenza, difensivo. Tornare sui luoghi è pertanto di fondamentale importanza sia in presenza di rilievi tecnici fatti dalle autorità (descrittivi, foto o video) per quanto precisi siano, sia quando non esistono rilievi eseguiti al momento dei fatti. Quando si pensa ai rilievi giudiziari, il pensiero corre subito alla scena di un omicidio con la cinematografica quanto americana immagine della sagoma del corpo disegnata sul pavimento con il nastro adesivo. Bisogna invece considerare la moltitudine di eventi per i quali non è necessario procedere ad una descrizione dei luoghi o dove, più semplicemente, non si ritenga necessario farlo: spesso sono infatti esigenze di tipo difensivo che richiedono la ricostruzione della scena criminis e che, ovviamente, sopraggiungono a distanza di tempo dai fatti, talvolta di anni e con gli ambienti che, nel frattempo, possono essere stati modificati consistentemente. Tornare sui luoghi per visionare i vecchi rilievi e farne di nuovi è importante per capire e ricostruire la vicenda, valutare singole posizioni e per trovare il miglior modo per immergere i giudici nell’ambiente in cui i fatti si sono svolti.

La legge lascia alla difesa e all’investigatore la ampia libertà nelle modalità di documentazione definendo le regole di accesso ai luoghi quando sono aperti al pubblico, sottoposti a sequestro, privati, non aperti al pubblico o addirittura di privata dimora (art. 391 sexies, septies cpp).


In conclusione, andare sui luoghi permette di:

  • comprendere le dinamiche dei fatti e valutare i rilievi della PG

  • ricostruire angoli di visuale, luminosità distanze, tragitti, possibilità di accesso, ecc.

  • valutare l’attendibilità delle persone informate già presenti in atti

  • identificare nuovi testimoni

  • valutare la pertinenza degli oggetti repertati


Abaco Investigazioni svolge tutte le operazioni connesse e conseguenti il sopralluogo tecnico tenendo presente che è proprio dal luogo in cui si sono svolti i fatti che partono le piste investigative più utili alla difesa.

Abaco srl - Sede Legale e Operativa: Firenze

Via di Ripoli 209/F - 50126

     P.IVA/CF IT06781620486 REA FI-655787 Cap. Soc. 20.000 euro i.v. 

  info@abacoinvestigazioni.it

Telefono e WhatsApp: +39.055.0463755

Copyright © 2007-2020 Abaco srl